Visitare Vernazza, l’incantevole borgo delle Cinqueterre ed i suoi luoghi storici

Visitare Vernazza significa immergersi in uno dei più suggestivi tra i 5 borghi, in provincia di La Spezia, che fanno parte di quel tratto di costa frastagliata e punteggiata da piccole baie della riviera ligure di levante, denominato Cinqueterre.

Come gli altri 4 borghi, anche Vernazza è un paesino piccolissimo incastonato in uno sperone di roccia a picco sul mare dalle caratteristiche case colorate tipiche di questa zona. Tutto intorno al paese, come splendida cornice, è possibile ammirare i rinomati terrazzamenti coltivati a vigne ed ulivi, frutto del duro lavoro dell’uomo che con caparbietà ed orgoglio è riuscito attraverso mille anni, a sfruttare a proprio vantaggio, i fianchi scoscesi e ripidi dei monti. Dalle viti coltivate in questa zona nascono due vini importanti: il Cinque Terre DOC e lo Sciacchetrà, raro e pregiatissimo vino, preparato solo con l’uva migliore lasciata passire in modo naturale. Solo gli acini migliori, selezionati a mano, vengono utilizzati per la preparazione di questo vino, la cui bontà veniva decantata da Petrarca, Boccaccio e D’Annunzio nelle loro opere.

Vernazza è attraversato da ripide e piccole stradine, i caratteristici carrugi liguri, che confluiscono tutte nella strada principale che dall’alto dello sperone scende fino al piccolo porticciolo. La presenza di chiese, castelli e torri fortificate rivelano la sua origine medievale nonché l’importanza economica che ha rivestito nel corso degli anni a partire dalla sua fondazione.

Il nome di Castrum Vernatio le viene assegnato nel 1080 dai marchesi obertenghi, di stirpe longobarda, che sfruttandone la strategica posizione e la geografia favorevole, trasformarono questo antico borgo di pescatori in una base militare fortificata, utilizzando il piccolo porto naturale per far salpare le loro navi a protezione delle coste liguri contro le incursioni saracene.

Ben presto Vernazza entrò nell’orbita militare e politica della Repubblica di Genova, fornendo alla città un’ottimo approdo per la conquista della Liguria orientale, nonché un valido aiuto militare nelle guerre che videro impegnata la Repubblica nella conquista del predominio sul mar Tirreno. Durante gli scontri con i pisani, il suo porto venne utilizzato come riparo naturale per le galee genovesi.

La sua storia segue le vicende alterne della Repubblica fino al suo declino.
Intorno al 1850 gli abitanti di Vernazza iniziarono ad ampliare le terrazze su cui veniva coltivata la vigna così che la produzione di vino aumentò e, di conseguenza, la vita commerciale del paese.
Negli stessi anni iniziò la costruzione della linea ferroviaria Genova-La Spezia che contribuì a liberare Vernazza dal suo isolamento geografico.

Nel 1997, insieme a Portovenere e alle isole del Golfo dei Poeti, le Cinqueterre sono state dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, mentre dal 1999 è stato istituito il Parco Nazionale delle Cinqueterre.

Visitare Vernazza, i luoghi storici:

Visitare Vernazza - Castello dei Doria a Vernazza
Castello dei Doria a Vernazza

Il Castello dei Doria
Le prime notizie scritte relative al castello dei Doria risalgono al XIII secolo ma si ritiene che il primo nucleo sia stato costruito nel 1080 per volere dei marchesi obertenghi per la protezione di questo tratto di costa ligure. Il castello sorgeva infatti sull’estremità del promontorio che sovrasta il piccolo porto. La parte più antica della fortificazione è costituita da un torrione cilindrico chiamato Belforte
Nel corso dei secoli il castello divenne proprietà delle famiglie che si susseguirono nel dominio del borgo fino a diventare proprietà della Repubblica di Genova-
Oggi il castello è una sede espositiva e museale. Il cannone di bronzo che riportava la scritta Comunitas Bernatiae, fu prelevato dai soldati inglesi durante la seconda guerra mondiale ed è oggi possibile ammirarlo nelle sale del British Museum di Londra.

Chiesa di San Francesco
La Chiesta di San Francesco fu edificata a metà del XVII secolo per volontà dei cittadini di Vernazza. Come tutti i monumenti francescani presenta un’architettura semplice: unico elemento di decorazione è una vetrata a forma di rosone ed un ingresso di marmo scolpito. Nel sottosuolo della chiesa si trovano alcune tombe con lapidi marmoree ed iscrizioni latine probabilmente appartenenti agli stessi frati francescani.
Di fianco alla Chiesa è ubicato il vecchio convento dei francescani, oggi sede del comune di Vernazza.

Visitare Vernazza - Campanile Chiesa di San Francesco a Vernazza
Campanile Chiesa di San Francesco a Vernazza

Santuario di Nostra Signora di Reggio
Il Santuario di Nostra Signora di Reggio è di antichissima costruzione. La facciata in stile romanico indica che la sua edificazione è avvenuta intorno al I secolo a.C mentre le prime testimonianze scritte risalgono al 1248. Sorge in un luogo che fu un importante crocevia e che vide il formarsi del primo ed originale nucleo di popolazione che, intorno all’anno mille, si trasferì sulla costa per dare vita all’attuale borgo di Vernazza.

Il Santuario si raggiunge precorrendo un percorso di 2 chilometri circa che parte dalla stazione di Vernazza ed è puntellato da piccole cappelle che riproducono le tappe della Via Crucis.
Al suo interno è conservata l’effige della Madonna nera con il Bambino che, secondo la leggenda, è stata portata a Vernazza dai crociati.

Come raggiungere Vernazza

In treno
Il modo migliore per raggiungere e visitare Vernazza è in treno. Partendo dalla stazione di Levanto o di La Spezia occorrono circa 15 minuti per arrivare alla stazione di Vernazza che è situata proprio al centro del paese.

In auto
In centro a Vernazza possono transitare solo i veicoli dei residenti pertanto, chi arriva in auto per visitare Vernazza, dovrà parcheggiarla ad un chilometro circa dal centro del paese in un parcheggio a pagamento e poi spostarsi a piedi lungo i suoi vicoli

In barca
In estate è possibile raggiungere e visitare Vernazza grazie al servizio di diversi battelli che collegano il paese a La Spezia, Porto Venere, Rio Maggiore, Monterosso, Genova.

A piedi
Le Cinqueterre sono la meta preferita dagli amanti del trekking. Numerosi sono i sentieri con vista mozzafiato che collegano i 5 borghi. In particolare è possibile raggiungere e visitare Vernazza a piedi percorrendo il sentiero che la raggiunge da Monterosso