I piatti tipici della Toscana

I piatti tipici della Toscana hanno origine antica e la loro preparazione si è mantenuta inalterata negli anni conservando la semplicità e la genuinità di una cucina di povera ma creativa, capace di trasformare dei piatti di recupero in pietanze prelibate dal sapore unico ed apprezzate in Italia come nel mondo intero.
Tutto questo successo è dovuto anche grazie ai prodotti utilizzati, tipici della regione e soprattutto di alta qualità, come il pane, il pecorino di Pienza, il lardo di Colonnata e la carne chianina.

I piatti tipici della Toscana: i salumi ed i formaggi per iniziare un pranzo che si rispetti

I piatti tipici della cucina Toscana_I crostini
I piatti tipici della cucina Toscana – I crostini

Per iniziare un pranzo alla maniera toscana è indispensabile un antipasto a base di salumi, di deliziosi crostini di milza e fegatini, accompagnati da un ottimo pecorino locale che è il pecorino di Pienza. Tra i salumi più importanti citiamo: il prosciutto toscano, il prosciutto di cinta senese (una razza suina allevata allo stato brado e semibrado su gran parte del territorio senese, fiorentino e grossetano), la finocchiona, il lardo di cinta senese ed il lardo di colonnata, una vera prelibatezza per intenditori, la cui preparazione prevede la stagionatura per otto mesi in una salamoia speziata.
D’obbligo è l’accompagnamento di questo aperitivo con uno degli ottimi vini che questa terra produce.

I piatti tipici della Toscana: i primi e le zuppe

Le zuppe

I piatti tipici della Toscana_ La Ribollita
I piatti tipici della Toscana – La Ribollita

Il prodotto più importante nella cucina toscana è sicuramente il caratteristico pane senza sale chiamato, per questo, anche pane “sciocco”. La storia vuole che la produzione di pane senza sale risalga al XII sec., allorquando Pisa, all’acme della rivalità con la città di Firenze, bloccò il commercio del prezioso elemento.
Il pane è diventato un elemento così centrale nella cucina regionale che i toscani per non sprecarlo lo hanno trasformato in uno dei prodotti base per la realizzazione dei loro piatti migliori come, per citarne i più famosi, la pappa al pomodoro, la ribollita, la panzanella, l’acquacotta, la zuppa di cavolo nero e la fettunta.

[dbees id=59e4c4c5e5e168a251d5a44a]

Ricetta del pane toscano

Le paste
Tra i primi piatti di pasta, citiamo, tra tutti, gli agnolotti alla fiorentina, caratterizzati da un ripieno particolarmente saporito a base di carne trita, mortadella e bietole ed i ravioli di patate con crema di funghi porcini.
Spiccano per il sapore pieno e deciso i primi piatti a base di carne di cacciagione, come le pappardelle al ragù di cinghiale, lepre, daino o capriolo.

I piatti tipici della Toscana: la carne

Il piatto simbolo della Toscana è la bistecca alla fiorentina, che per essere “doc” deve provenire dai bovini allevati in Val di Chiana. La fiorentina è costituita da una lombata intera, molto spessa, che non può superare i 700 grammi di peso e che deve stare sulla brace senza subire alterazioni; una volta pronta, può essere salata ed insaporita con olio e pepe e servita accompagnata da spicchi di limone.

Anche la carne di cacciagione è molto diffusa nella cucina toscana e viene utilizzata nella preparazione di ricette di primi e secondi piatti. Tra le carni più apprezzate ed utilizzate in cucina troviamo il cinghiale, la lepre, il daino, il capriolo e il fagiano.

Il cinghiale, in particolare, viene utilizzato per la preparazione di secondi piatti in forma di spezzatino alla cacciatora, in umido con pomodoro e peperoncino, e in dolceforte, con cioccolato fondente!
La lepre, il daino ed il capriolo vengono usati, oltre che per la preparazione di ragù per primi piatti anche per la realizzazione di ottimi spezzatini.

Non si può concludere il capitolo sulla carne senza citare altri due importanti protagonisti della cucina toscana: la trippa ed il lampredotto.
La trippa è sempre stata, fin dall’antichità, un alimento molto consumato in Toscana, e in particolar modo a Firenze, dove ancora oggi è molto apprezzata.

I piatti tipici della Toscana_La Trippa alla fiorentina
I piatti tipici della Toscana – La Trippa alla fiorentina

Il lampredotto è considerato il re dei panini fiorentini ed è costituito dall’abomaso, uno dei quattro stomaci dei bovini adulti. Particolarmente apprezzato a Firenze come testimoniano i diversi chioschi di lampredottai – i venditori di lampredotto – disseminati soprattutto nelle vie del centro.
Il lampredotto ha un sapore deciso e particolare e non incontra sempre il gusto di tutti: la sua preparazione prevede una lunga cottura in acqua con pomodoro, cipolla, prezzemolo e sedano e può essere mangiato nel panino insieme alla salsa verde oppure come un normale bollito.

I piatti tipici della Toscana: il pesce

Il Caciucco è la zuppa di pesce tipica della cucina livornese e conosciuta ed apprezzata in tutta Italia. La tradizione vuole che per fare un buon caciucco si debbano utilizzare almeno 5 qualità di pesce, ma i livornesi hanno imparato ad usarne molte di più.

Un altro piatto tipico delle tavole toscane è il baccalà in umido, sempre di origine Livornese: un piatto di pesce in umido gustoso e nutriente, perfetto per la cena della Vigilia di Natale.

I piatti tipici della Toscana_Il Caciucco
I piatti tipici della Toscana_Il Caciucco

I piatti tipici della Toscana: i dolci

La cucina toscana è contraddistinta da una forte tradizione dolciaria, legata, principalmente, a ricorrenze festive e religiose o ai raccolti. A seconda dei periodi dell’anno, quindi, è possibile trovare dolci diversi che scandiscono il tempo a passo con le festività ed i raccolti di stagione, per cui, durante il Carnevale si può gustare la Schiacciata alla fiorentina, mentre, durante il periodo della Quaresima, è possibile trovare dei dolci molto semplici preparati senza uova e con pochissimo zucchero come il Buccellato di Lucca e il Pandiramerino, aromatizzato dal rosmarino e tipico del Giovedì Santo. Durante la Pasqua vengono prodotti dolci lievitati di ogni tipo come le Schiacciate, i Ciambelloni, le Torte di semolino e di riso. Dopo la vendemmia, in autunno, è possibile assaggiare la deliziosa Schiacciata con l’uva e la “Ficattola“, una specie di schiacciata all’olio ricoperta con fichi freschi e zucchero. Durante il periodo delle castagne, con la farina di castagne nuova, si preparano Castagnacci, budini e Torte di castagne. Per la festa di Ognissanti si prepara il Pan co’ Santi, mentre a Natale è possibile gustare i buonissimi dolci senesi: Cavallucci, Berriquocoli, Ricciarelli, Panpepati e Panforti.

Leggi anche

Un pensiero riguardo “I piatti tipici della Toscana

I commenti sono chiusi

Questo sito web usa i cookie per migliorare la tua esperienza. Usando il sito web acconsenti a tutti i cookie in accordo con la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi