Vicenza e le ville del Palladio

La città di Vicenza e le Ville del Palladio del Veneto sono uno dei patrimoni dell’umanità UNESCO dal 1994. La città ospita 23 monumenti palladiani e 3 ville. Altre 21 ville del Palladio sono presenti nel resto del territorio veneto.

È il Cinquecento il secolo in cui il grande architetto tardo-rinascimentale Andrea Palladio sviluppò i suoi progetti che hanno poi profondamente influito nella storia dell’architettura occidentale. Sono numerose le famiglie nobili vicentine che commissionarono a Palladio palazzi, in città, e ville, nella limitrofa campagna, che ridisegnarono completamente la scenografia vicentina e veneta.

Tra le opere principali la Basilica Palladiana nella centrale piazza dei Signori il Teatro Olimpico Palazzo Chiericati e Villa Capra detta la Rotonda posta appena fuori dall’abitato. Grazie all’architettura di Palladio, Vicenza costituisce una realizzazione artistica eccezionale. La struttura architettonica unica della città ha esercitato una forte influenza sulla storia dell’architettura dettando le regole dell’urbanesimo nella maggior parte dei paesi europei e del mondo intero.

Il palladianesimo è diventato un fenomeno culturale diffuso in particolare nel Regno Unito, in Irlanda, negli Stati Uniti ed in Russia. Uno degli esempi più noti di architettura palladiana è la Casa Bianca negli Stati Uniti d’America. L’influsso di Palladio negli Stati Uniti è stato così importante che con la risoluzione numero 259 del 6 dicembre 2010 il Congresso degli Stati Uniti d’America ha riconosciuto Palladio come padre dell’architettura americana.

Un pensiero su “Vicenza e le ville del Palladio

I commenti sono chiusi.