I Trulli di Alberobello

Alberobello in provincia di Bari, da cui è facilmente raggiungibile, è riconosciuto patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO dal 1996 per i suoi trulli, qui sono presenti quasi 2000 edifici a forma conica.

Le origini di Alberobello sono oggetto di ricerche e dibattiti. Il trullo è un tipo di costruzione conica in pietra a secco tradizionale della Puglia centro-meridionale. Erano ricoveri temporanei nelle campagne o abitazioni permanenti per gli agricoltori. La costruzione è un perfezionamento del modello preistorico della thòlos, un tipo di abitazione greca presente in varie zone d’Italia e del Mediterraneo.

Ciò che contraddistingue i Trulli di Alberobello è la continuità d’uso che li ha portati fino ai giorni nostri. Da notare che i Trulli più antichi arrivati a noi sono del diciassettesimo secolo. Venivano realizzati in pietra calcarea principalmente materiale residuo degli scavi per la realizzazione di cisterne sotterranee o da pietre presenti nella campagna circostante. venivano eretti direttamente sulle fondamenta in pietra calcarea e realizzati con la tecnica della muratura a secco. i tetti erano realizzati a doppio strato con un rivestimento interno a volta in pietre di forma conica culminante in chiave di volta ed un cono esterno impermeabile in pietra calcarea. I muri venivano imbiancati. Sui tetti venivano realizzate iscrizioni con la cenere bianca dal significato mitologico o religioso. Veniva infine posto un pinnacolo decorativo per scacciare la sfortuna.

Un pensiero su “I Trulli di Alberobello

I commenti sono chiusi.