Crespi d’Adda

Crespi d’Adda è un villaggio operaio per le maestranze operanti nel settore tessile cotoniero sorto, a opera di Cristoforo Benigno Crespi, a partire dal 1877, passato poi nelle mani del figlio Silvio. Il villaggio è una frazione del comune italiano di Capriate San Gervasio, in provincia di Bergamo, in Lombardia.

L’ambizioso progetto di Crespi prevede di affiancare agli stabilimenti – similmente a quanto già accadeva nell’Inghilterra della rivoluzione industriale – un vero e proprio villaggio che ospitasse alcuni operai della fabbrica e le loro famiglie. L’eccezionale stato di conservazione del suo patrimonio storico e architettonico è valso a Crespi d’Adda nel 1995 l’iscrizione a Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Il villaggio venne edificato nel 1877 e venne dotato di ogni struttura necessaria ad una vita confortevole. Le famiglie operaie ebbero case complete di giardino e orto mentre i dirigenti avevano delle ville. II villaggio operario di Crespi d’Adda aveva anche una chiesa, la scuola, il cimitero, un ospedale, il campo sportivo, il teatro e la stazione dei pompieri.

Un pensiero su “Crespi d’Adda

I commenti sono chiusi.