Le feste tradizionali di Napoli e della Campania

La Campania ed il suo capoluogo, Napoli, sono una terra meravigliosa, baciata da un clima mite e asciutto e ospitano un paesaggio incantevole fatto di colline, valli, montagne verdi, terrazze coltivate e degradanti verso il mare. La Campania è una terra ricca di antiche tradizioni, in cui molti artisti si immergono per alimentare lo spirito e la propria cultura. Un territorio in cui il visitatore avrà l’imbarazzo della scelta tra i numerosi eventi a sua disposizione tra le feste patronali, il carnevale e le diverse processioni di origine e tradizione secolare. Molteplici sono le sagre che si tengono in estate e autunno per promuovere gli ottimi prodotti locali. Fino ad arrivare alla grandiosa festa del Natale e del Capodanno che, in questa regione, è il più famoso d’Italia grazie alle sue grandiose celebrazioni.

Le feste tradizionali di Napoli e della Campania

feste tradizionali di Napoli e della Campania_san_gennaro
feste tradizionali di Napoli e della Campania  – San Gennaro

Per parlare delle feste tradizionali di Napoli e della Campania partiamo dalla più importante di tutte, la celebrazione di San Gennaro, che si tiene la prima domenica di maggio e il 19 settembre. Si tratta di un evento famosissimo e da sempre dibattuto che si celebra sin dalla fine del ‘300, in cui si assiste alla liquefazione del sangue del Santo, contenuto in due ampolline. Per i napoletani, San Gennaro è una sorta di portafortuna. Lo scioglimento del sangue del Santo significa che tutto andrà bene per la città: se il sangue non dovesse sciogliersi, invece, vorrà dire che gravi sventure potranno realizzarsi.
Tra le altre importanti feste tradizionali di Napoli e della Campania citiamo la Festa dei Gigli di Nola che si celebra la prima domenica successiva il 22 giugno, il giorno in cui fu liberato il vescovo locale dalla prigionia in Africa settentrionale. Per festeggiarlo, vengono costruiti 8 obelischi di legno (rappresentano le corporazioni medioevali degli ortolani, dei calzolai, dei fabbri, dei salumieri, dei bettolieri, dei panettieri, dei beccai e dei sarti) portati in spalla dinanzi al Santo in segno di devozione.
Molto bella è anche la Festa di Sant’Anna a Ischia, che si tiene il 26 luglio, in cui le barche variopinte dell’isola accompagnano in processione la Madonna.
Il 5 agosto si festeggia la Madonna della neve a Torre Annunziata. Anche qui si assiste ad una manifestazione a mare dei pescatori locali, che lanciano e tirano su le reti per ripercorrere il leggendario evento del ritrovamento dell’icona in terracotta.
Appuntamento di richiamo nazionale è il Carnevale puteolano, evento accompagnato da giochi, feste e i famosi spettacoli di burattini.
Durante la settimana santa citiamo il Venerdì Santo di Procida e le numerose celebrazioni che percorrono l’intera penisola Sorrentina particolarmente degne di nota.

feste tradizionali di Napoli e della Campania Festa di Sant'Anna a Ischia
feste tradizionali di Napoli e della Campania Festa di Sant’Anna a Ischia

Il Santo Natale ed il Capodanno

Le festività di fine anno, soprattutto nella provincia di Napoli, hanno un’importanza unica e notevole. La gente è come elettrizzata da questo evento lungo una settimana che va da Natale e si prolunga fino al 1° gennaio. Sono tante le tradizioni napoletane legate a questo momento dell’anno: tra tutte citiamo il presepe, che trova la sua massima espressione e rappresentazione a San Gregorio Armeno. Turisti da tutto il mondo accorrono ad ammirare le meraviglie uniche che solo gli artigiani locali sono in grado di produrre, con sapiente capacità artistica e maestria. Anche i presepi viventi sono uno spettacolo di grande suggestione e impatto emotivo, grazie anche ai luoghi che li ospitano e ai notevoli allestimenti che li accompagnano. Citiamo su tutti Visciano, Pimonte e Cimitile.
E quale miglior modo di chiudere una settimana frizzante se non con uno spettacolo di fuochi di artificio unico in Italia per le luci, i fragorosi botti e gli spettacolari colori che dipingono il cielo ben oltre la mezzanotte, con il benaugurato augurio di vivere al meglio il nuovo anno.

La devozione alla Madonna

feste tradizionali di Napoli e della Campania Madonna del rosario di pompei
Feste tradizionali di Napoli e della Campania -Madonna del rosario di Pompei

Molti sono i luoghi di devozione della Campania legati alla Madonna. Si tratta in molti casi di luoghi che hanno una storia antica, legata ad una religiosità devota difficilmente riscontrabile in altre regioni d’Italia, che si ritiene affondi le sue radici in quel singolare ruolo di Babele culturale che rivestiva la Campania nell’antica storia d’Italia.
Per dare un’idea di cosa sia la religione in questa terra, basti sapere che ancora oggi nella stessa Napoli vengono adorati santi inesistenti, presumibilmente “figli” di antichi miti orientali.
E’ in questo filone che prende piede e si radica il culto della Madonna cristiana, che sostituisce le varie e diverse dee pagane. In tutta la Campania, alla Madonna sono state dedicate centinaia tra chiese, cappelle, monasteri, chiostri, edicole stradali e cattedrali.
Tra le più famose ci sono la Basilica di Pompei, famosa in tutta la penisola, in cui si custodisce il miracoloso quadro della Madonna del Rosario.
Altrettanto famoso e sempre di importanza nazionale è il Santuario della Madonna dell’Arco di Sant’Anastasia in cui è custodita una Madonna Bruna del ‘400, da sempre meta di pellegrinaggi di preghiera.

Ricetta della pastiera napoletana, uno dei dolci più tipici della tradizione campana

[dbees id=59e4c5f9e5e1682f53e53a2a]

2 pensieri riguardo “Le feste tradizionali di Napoli e della Campania

I commenti sono chiusi

Questo sito web usa i cookie per migliorare la tua esperienza. Usando il sito web acconsenti a tutti i cookie in accordo con la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi