Le feste tradizionali della Sardegna

Il folclore nelle feste tradizionali della Sardegna

La Sardegna possiede un inestimabile ed antico tesoro che resiste tenacemente agli attacchi del tempo: il folclore. La conservazione di questo patrimonio è possibile soprattutto grazie all’amore ancestrale che i sardi dimostrano da sempre nei confronti della propria terra e delle proprie tradizioni.
Per avere un quadro significativo del folclore isolano basta pensare alle molteplici manifestazioni religiose e sagre che si sviluppano su tutto il territorio durante tutto l’arco dell’anno.

Queste manifestazioni rappresentano la genuina, naturale e spontanea dedizione del popolo, soprattutto nei villaggi interni, verso le antiche usanze.

Le feste si susseguono con il ritmo delle stagioni che scandivano, in età arcaica, la vita dell’uomo. E la maggio parte di queste manifestazioni tradizionali conservano il carattere simbolico e pagano di omaggio alla Natura al fine di ottenere ricchi raccolti.

Sagra di Sant'Efisio - Cagliari
Sagra di Sant’Efisio – Cagliari

Il carattere religioso delle feste tradizionali della Sardegna

A dar vita alle migliaia di sagre è soprattutto la grande religiosità del popolo sardo. Il canovaccio si ripete quasi sempre uguale ed è costituito dal trasferimento di un simulacro dalla sede parrocchiale ad una chiesetta campestre intitolata al santo oggetto della celebrazione. Ad ogni Santo è dedicata una storia che affonda le proprie radici nella leggenda. Molti festeggiamenti prevedono pranzi luculliani accompagnati da generose bevute. Il tutto nel rispetto della religiosità dell’evento.

Questi eventi spesso costituiscono un’occasione speciale per evadere dalle angustie legate alla povertà della terra sarda. Una terra dove ogni conquista è considerata miracolosa ed ogni richiesta di intervento divino è accompagnata da un voto che si può sciogliere trasportando a spalla i pesanti simulacri dei santi. O accompagnandoli a piedi nudi o in ginocchio per le strade dissestate dei villaggi dell’entroterra.

Queste sagre e queste feste rappresentano uno spaccato genuino della cultura sarda. Partecipare a questi eventi è una preziosa opportunità di accostarsi ai sentimenti più intimi di un popolo fiero che per millenni ha condotto un’esistenza grama. Schiacciato dall’oppressione del dominatore di turno che ha sempre preso tanto dando in cambio poco o nulla.

Calendario delle Feste tradizionali della Sardegna

Febbraio

2 febbraio – La purificazione della Vergine a Settimo San Pietro (CA)
3 febbraio – San Biagio e Su Sessineddu a Gergei (CA)
Carnevale – Sfilata del Laldaggiolu a Bosa
da Giovedì a Martedì Grasso
– Sa Carrela ‘E Nanti a Santu Lussurgiu
– Sa Rantantira – Cagliari
– Sfilate di Mamuthiùones e Issokadores – Mamoiada
– Sfilate dei Thurpos – Orotelli
– Sfilate dei Boes e Medules – Ottana
– Sfilate di Ghjolglju – Tempio Pausania
– Sartiglia – Oristano
Ultima domenica di Carnevale – Sartiglia a Oristano

Marzo/Aprile

La domenica più vicina al 19 marzo – S. Giuseppe artigiano e sagra dei ceci a Milis (OR)
Pasqua
– Lumissanti – Castelasrdo a Tergu
– Cisita ai Sepolcri e processione San Efisio a Cagliari
– Declavament e Processione del Discendimento ad Alghero
– Processione del Monte e del Descenso ad Iglesias
– Su Scravamentu a Teulada
– S’Incontru ad Oilena
– San Salvatore ad Uras
– Sant’Antioco a Sant’Antioco
– Spirito Santo ad Orotelli
– Santa Maria di Monserrato a Tratalias
– Corpus Domini a Desulo

Maggio

1 maggio
– Sagra di Sant’Efisio a Cagliari (CA)
– San Francesco d’Assisi a Lula (NU)
3 maggio – Santissimo Crocifisso a Galtelli (NU)
15 maggio – San Simplicio ad Olbia (OT)
20 maggio – San Bernardino da Siena a Mogoro
penultima domenica di maggio Cavalcata Sarda a Sassari
ultima domenica di maggio San Mauro a Sorgono

Giugno

prima domenica di giugno Madonna dei Martiri a Fonni
13 giugno – San Antonio da Padova a Jerzu e Macomer
domenica più vicina al 13 giugno – Sant’Antonio da Padova ad Arbus
24 giugno – San Giovanni Battista a Dorgali e Fonni
29 giugno – San Pietro Apostolo
ultima domenica di giugno
– Santa Barbara a Capoterra
– Santa Caterina d’Alessandria a Orroli

Luglio

Ardia di San Costantino
Ardia di San Costantino

6 e 7 luglio – Ardia di san Costantino a Sedilo
15 luglio – Madonna del Carmelo a Seui
27 luglio – San Pantaleo a Macomer
29 luglio – Madonna d’Itria e Sa Carrela a Gavoi
secondo lunedì di luglio – San Palmerio a Ghilarza
seconda domenica di luglio
– Vergine delle Grazie a Iglesias
– Madonna del Naufragio a Villasimius
terza domenica di luglio
– Santa Lucia a Barumini
– San Giovanni Battista a Quartu Sant’Elena

Agosto

5 agosto – Beata Vergine della Neve a Cuglieri
5 agosto – Santa Maria della Neve a Desulo
10 agosto – San Lorenzo a Silanus
14 agosto – Caccia alla Giovenca a Guasila
14 agosto – San Paolo Eremita a Monti
14 agosto – Candelieri a Nulvi e Sassari
15 agosto – Vergine Assunta a Cagliari e Dorgali
15 agosto – Santa Maria Assunta a Domusnovas
21 agosto – San Lussorio a Tortolì
22 agosto – Santa Lucia a Siamanna
24 agosto – San Bartolomeo e Santa Filomena a Ortacesus
28 agosto – Sant’Agostino a Abbasanta e Nurachi
29 agosto – Sant’Ignazio a Laconi
29 agosto – Sagra del Redentore
29 agosto – San Giovanni Battista a Pabillonis
31 agosto – San Raimondo Nonnato a Bono
prima domenica di agosto
– Matrimonio Mauritano a Santadi
– San Sisinnio a Villacidro
seconda domenica di agosto – San Isidoro a Teulada
domenica dopo ferragosto – Beata Vergine di Bonaria a Terralba
ultima domenica di agosto
– Santa Lucia a Monastir
– San Sebastiano a Teti

Settembre

Candelieri Sassari
Candelieri Sassari

8 settembre
– Santa Maria di Sauccu a Bortigali
– Maria Bambina a Luogosanto
– Madonna di Gonare – Orani e Sarule
– Madonna del Rimedio a Oristano
– Santa Maria a di Sibiola a Serdiana
– Santa Maria di Monserrato a Serramanna e Siurgus Donigala
11 settembre
– Santa Croce a Oristano
– Santa Vittoria a Serri
12 settembre – San Salvatore a Perdasdefogu
13 settembre – Beata Vergine di Tutti i Santi, Martiri Errio e Silvano a Scano Montiferro
14 settembre – Sant’Elena Imperatrice a Quartu Sant’Elena
18 settembre – Madonna di Bonacattu a Bonarcado
26 settembre – Santi Cosma e Damiano a Mamoiada
30 settembre – Nostra Signora del Miracolo a Bitti
prima domenica di settembre
– San Salvatore a Cabras
– San Cristoforo a Fonni
– San Gemiliano a Sestu
primo lunedì di settembre – Madonna De Su Cramineddu a PimentelSanta Suia a Morgongiori
seconda domenica di settembre
– Nostra Signora di Regnos Altos a Bosa
– Santa Maria di Cracaxia a Mogoro
– Nostra Signora del Rimedio a Orosei
– Madonna di Sinni a Orotelli
– Santa Reparata a Santa Teresa di Gallura
– Matrimonio Selargino a Selargius
terza domenica di settembre
– Madonna della Difesa a Donori a Quartucciu
– San Gemiliano a Samassi
penultima domenica di settembre – San Efisio a Oristano
penultimo lunedì di settembre – Beata Vergine delle Acque a Sardara
ultima domenica di settembre
– Santa Greca a Decimomannu
– Santi Cosma e Damiano a Gonnosfanadiga e Suelli

Ottobre

15 ottobre – Santa Suia a Morgongiori
24 ottobre – San Raffaele Arcangelo a Ghilarza
25 ottobre – Martiri Turritani a Porto Torres
prima domenica di ottobre – Madonna del Rosario a Cagliari
primo lunedì di ottobre Santa Vitalia a Serrenti
terza domenica di ottobre Madonna del Buon Cammino a Iglesias

Novembre

11 novembre – San Martino a Nurachi
15 novembre – Madonna dello Schiavo a Carloforte
21 novembre – Nostra Signora delle Grazie a Nuoro
25 novembre – Santa Caterina d’Alessandria ad Abbasanta
seconda domenica di novembre – Sant’Anastasia a Sardara
domenica più vicina al 30 novembre – Sant’Andrea a Quartu Sant’Elena

Leggi anche

Questo sito web usa i cookie per migliorare la tua esperienza. Usando il sito web acconsenti a tutti i cookie in accordo con la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi