Aglianico del Vulture DOC

L’Aglianico del Vulture DOC è senza dubbio il vino più famoso della Basilicata. Il Vulture, dominato dal profilo del massiccio dell’omonimo Monte (1326 m), è la zona a nord della regione che confina con la Puglia da un lato e la Campania dall’altro. Un’area famosa per il suo importante patrimonio ambientale ricco di boschi, sorgenti, torrenti sub-montani e aree da pascolo. Tra le città rappresentative della zona citiamo Lavello, Melfi, Rionero in Vulture (famosa pere le sue buonissime acque) e Venosa.

Aglianico del Vulture DOC, il nettare lucano

E’ in questa bellissima zona della Basilicata che nasce il famoso Aglianico del Vulture DOC. Da non confondere con il parente meno blasonato campano. Si tratta di un vino dal carattere deciso che si presenta con un bel colore rosso rubino che arricchisce la già buonissima cucina lucana. Ha un sapore asciutto, sapido, caldo e armonioso che diventa vellutato durante l’invecchiamento. Caratteristiche che gli permettono di essere annoverato tra i più grandi vini rossi d’Italia. Oltre ad avergli fatto avere, a ragione, l’appellativo di Barolo del Sud, date le varie caratteristiche in comune con il vitigno piemontese.

Tecniche di produzione

Uva Aglianico del Vulture
Uva Aglianico del Vulture

L’Aglianico del Vulture è ottenuto dalla vinificazione in purezza delle uve appartenenti al vitigno omonimo. Si tratta di uve coltivate sul Monte Vulture, antico vulcano spento da millenni. Trova le condizioni più propizie fra i 200 e i 600 metri. E’ identificato come Vecchio, se invecchiato per non meno di 3 anni e Riserva, se invecchiato per almeno cinque anni. Ha un gradazione alcolica che varia tra i 12 ed i 15 gradi. Viene commercializzato a partire da un anno dalla vendemmia. Ma si consiglia di consumarlo a partire dal terzo anno di età. Questo perché con il passare degli anni ha un gusto più buono.

Gli eventi dedicati all’Aglianico del Vulture DOC

Aglianica” – è l’evento che si svolge ogni anno ad ottobre in un comune tra Rionero, Barile, Melfi e Venosa. Durante l’evento la degustazione dei vini viene accompagnata dalla degustazione dei prodotti tipici del Vulture (salumi, miele e formaggi).
Parco urbano delle cantine di Rapolla” – si svolge nell’arco di un fine settimana del mese di ottobre. E’ organizzato dai produttori locali che offrono nelle proprie cantine degustazioni di vino Aglianico, castagne, olio e i piatti tipici del luogo.
Riflessi di Stelle” – l’evento è organizzato da “Cantina di Venosa”. Ogni 10 agosto la Cantina offre degustazioni di Aglianico del Vulture nella notte di San Lorenzo.
Cantinando” – evento dalla durata di tre giorni che si svolge a Barile verso la metà di agosto all’interno del Parco Urbano delle Cantine scavate nel tufo.
Festa dell’uva di Genzano” – organizzato dalla Pro-loco che si svolge ogni anno nel mese di Ottobre a Genzano di Lucania, nel suggestivo Centro Storico cittadino. Non mancano le degustazioni dei prodotti locali e tanta musica, canti e poesie.

Le cantine dei maggiori produttori

Tra le cantine più importanti citiamo Cantina di Venosa (Venosa), Cantina del Notaio (Rionero in Vulture), Azienda Vinicola Paternoster (Barile), Azienda Vinicola Carbone (Melfi).

Un pensiero riguardo “Aglianico del Vulture DOC

I commenti sono chiusi

Questo sito web usa i cookie per migliorare la tua esperienza. Usando il sito web acconsenti a tutti i cookie in accordo con la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi